Corrado Lopresto nella top-50 dei personaggi più influenti del mondo dell'auto da collezione

Chi sono i personaggi più influenti del mondo dell'auto da collezione? La neonata rivista Magneto, pubblicazione bimestrale lanciata in febbraio da David Lillywhite e Geoff Love (entrambi provenienti dalla redazione di Octane), cerca di dare una risposta a questa domanda con una classifica di 50 nomi che negli ultimi anni hanno portato innovazione e cambiamento in tutti i campi, dal mercato al restauro, dalla politica agli eventi.

A guidare la classifica è il Duca di Richmond, seguito da Jay Leno e McKeel Hagerty. Solamente otto i collezionisti presenti, tra cui nomi importantissimi come Peter Mullin, Miles Collier, Fred Simeone, Bruce Meyer (Petersen Museum), Evert Louwman.

Inaugurata al Museo dei Trasporti di Lucerna la mostra "Italo-Design"

Si è inaugurata venerdì 19 ottobre, al Museo Svizzero dei Trasporti di Lucerna la mostra “Italo Design 1968-1978” dedicata allo stile italiano degli anni ’70. In mostra dieci auto della Collezione Lopresto, tutti prototipi o rarità, per raccontare un’epoca di grande fantasia e grandi cambiamenti.

Gli anni ’70 per i carrozzieri italiani sono anni difficili, il mercato delle fuoriserie sparisce e l’unico modo per sopravvivere è collaborare con le grandi case automobilistiche. È così che nascono numerosissime proposte destinate a marchi italiani e stranieri, che non sempre entrano effettivamente in produzione. Contemporaneamente le show-car, vetture dalle forme estreme, diventano le principali attrazioni dei saloni dell’automobile internazionali, e tutti i più importanti designer si cimentano in fantasiose creazioni futuristiche.

Best in Show a Belgrado l'Alfa Romeo "Molteni" Speciale

In occasione della 24 Ore di Eleganza di Belgrado, evento dedicato all'auto d'epoca, alla moda e all'arte, la Collezione Lopresto ha portato l'Alfa Romeo Giulietta Sprint Veloce "Molteni Speciale", aggiudicandosi il Best in Show.

L'auto vincitrice è un esemplare unico realizzato da Aristide Molteni nella seconda metà degli anni '50, modificando una Giulietta Sprint Veloce per migliorarne la resa aerodinamica. Il risultato è un'auto del tutto nuova, che sfidò con successo le velocissime Sprint Zagato.

L'Alfa Romeo "La Flèche" debutta a Firenze

In occasione dello Stefano Ricci Heritage Trophy, la Collezione Lopresto ha portato a Firenze due Alfa Romeo d'eccezione.

L'evento è stata infatti la cornice scelta per il debutto dell'Alfa Romeo 1900C Super Sprint "La Flèche" Vignale, fresca di un restauro completo. Cabriolet su telaio corto disegnata da Giovanni Michelotti è un esemplare unico presentato al Salone di Torino del 1955. L'auto mostra lo stile tipico del designer torinese, con ricche decorazioni cromate e forme ricercate. Rimasta sempre in Italia, è ricordata anche per essere comparsa nei film "Sapore di mare 2" e "Giovanni Senzapensieri" negli anni '80. Insieme alla "La Flèche" era presente l'elegantissima Alfa Romeo 6C 2500 Sport Berlinetta Touring del 1939.

A Grand Basel debutto europeo per le Isotta Fraschini Monterosa

Si apre oggi a Basilea il neonato salone dedicato all’automobile da collezione del passato e di oggi. L’evento, caratterizzato da una accurata selezione delle auto esposte e da un allestimento particolarmente curato, vede la partecipazione della Collezione Lopresto con tre automobili uniche.

Per la prima volta esposti in Europa dopo il recente restauro, a Grand Basel sono presenti gli unici due esemplari sopravvissuti del modello Isotta Fraschini 8C Monterosa. Dei cinque-sei esemplari allestiti solo un cabriolet Boneschi e un coupé Touring sono arrivati ai nostri giorni.

Alla Piombino-Livorno con la Lancia "Alfa"

Per la prima volta quest'anno anche la Collezione Lopresto ha partecipato alla Piombino-Livorno 1901, raduno per mezzi (auto e moto) con più di cento anni d'età. La seconda rievocazione della prima competizione automobilistica toscana, si è svolta sabato 21 aprile e ha visto la presenza di 17 automobili e 3 moto. La più anziana era una Aster del 1902.

Per l'occasione Corrado Lopresto ha portato la Lancia 12HP "Alfa" del 1908, uno dei tre esemplari ancora esistenti del primo modello prodotto dalla casa torinese e l'esemplare più antico. Si tratta del telaio numero 102, venduto nuovo negli Stati Uniti dove viene carrozzato dalla Miller&Bros. 

L'Alfa 6C 2500 Berlinetta prima di classe a Kyoto

Dopo il successo di due anni fa, con la vittoria del Best in Show alla prima edizione del Concorso d'Eleganza di Kyoto, la Collezione Lopresto torna a trionfare in terra giapponese. La seconda edizione del concorso, svoltasi nel primo finesettimana di aprile, ha avuto come protagonista la carrozzeria Touring, con numerosi modelli presenti.  Anche quest'anno le auto sono state ospitate nella scenografica cornice del Nijo Castle di Kyoto, patrimonio mondiale UNESCO, grazie all'organizzazione di Hidetomo Kimura, ideatore del concorso.

La Collezione Lopresto, che nel 2016 aveva ottenuto il primo premio con l'Alfa Romeo 6C 2500 SS Bertone, ha protato in Giappone l'elegantissima 6C 2500 Sport Berlinetta Touring, capolavoro del 1939 costruito in pochissimi esemplari. L'auto ha conquistato il primo posto nella sua categoria (Touring Early Italian).

Il Best in Show è andato invece ad una 6C 2500 SS Villa d'Este del 1951.